Menu

Ansia e panico

Ti è mai capitato di soffrire di attacchi di ansia e panico?

In quei momenti hai provato la paura di non farcela, di perdere il controllo, di impazzire, accompagnata da sintomi come la confusione mentale, la tachicardia o una forte sudorazione. Una situazione molto spiacevole e di grande stress, che è però possibile affrontare e superare.

Con il mio percorso terapeutico ti aiuterò a ritrovare il benessere in pochi incontri, nel 95% dei casi riesci a superare il panico e gestire l’ansia nell’arco di alcuni mesi.

Si interviene già dalla prima seduta attraverso tecniche innovative e strategie mirate con l’obbiettivo di trovare sin da subito un nuovo equilibrio.
Utilizzeremo: un diario di controllo del panico, un training per ridurre l’ansia, tecniche paradossali per “solcare il mare all’insaputa del cielo” e superare la paura senza quasi accorgersene.

Ogni persona è unica nel suo genere, per questo il mio intervento si adatta a seconda delle esigenze personali, e degli obiettivi da raggiungere.

CONTATTAMI per avere maggiori informazioni. Alcune le puoi trovare qui di seguito.

Cura delle fobie

Questa tipologia di paura si caratterizza per quella paura focalizzata su una particolare e specifica realtà, in specifico di seguito si elencano le paure specifiche più frequenti e diffuse:

  • la paura degli animali
  • la paura di volare
  • la paura di arrossire in pubblico
  • paura dell’altezza
  • agorafobia e claustrofobia
  • paura del rifiuto sociale
  • paura delle malattie
  • la paura del proprio aspetto (dismorfofobia)
  • la paura di arrossire in pubblico
  • la paura di sudare davanti a qualcuno
  • la paura di parlare in pubblico
  • paura di impazzire
  • la paura di fare cose strane.

In un’ottica strategica, i principali tentativi che la persona mette in atto per superare la paura sono i seguenti:

  • socializzazione del problema: rendendo le altre persone partecipi della situazione di cui si ha paura;
  • evitare l’esposizione di affrontare le situazioni specifiche di cui si ha paura;
  • richiedere aiuto in caso di necessità.

Disturbo di ansia generalizzata

La persona con disturbo d’ansia generalizzato può definirsi generalmente ansiosa in riferimento a diverse possibilità, le più frequenti delle quali sono:

  • un passato costellato da una serie di eventi o disastri realizzati o subiti dai quali non riesce a liberarsi;
  • un senso d’incapacità che la pervade e che fa sì che si trattenga ed eviti di agire per il timore di non fare la cosa giusta o che si forzi in direzioni più semplici da affrontare, ma che non corrispondono ai propri desideri e non soddisfano le proprie aspettative;
  • la sensazione/paura che possano accadere eventi al di fuori del proprio controllo assimilabili a delle catastrofi, originando delle vere e proprie profezie negative;
  • il timore di essere rifiutata nelle relazioni, che spinge la persona a evitare occasioni di contatto, alimentando in questo modo una sfiducia nei confronti di se stessa e degli altri e negandosi la possibilità di correre il rischio di creare rapporti soddisfacenti.

Tutte queste situazioni possono divenire invalidanti e limitare la persona creando insoddisfazione limitandone il benessere e determinando una situazione in cui non si riesce a raggiungere la realizzazione personale.

Disturbo post traumatico da stress

Il disturbo post-traumatico da stress si caratterizza per forti sofferenze psicologiche in seguito ad un evento traumatico, catastrofico o violento. Tali eventi stressanti possono essere vissuti in prima persona come: conflitti militari, aggressioni (violenza sessuale, attacchi fisici, rapine), rapimenti, essere presi in ostaggio, attacchi terroristici, torture, disastri naturali, incidenti automobilistici. Si può essere testimoni di esperienze traumatiche come incidenti automobilistici, rapine o aggressioni fisiche, guerre. Infine vi sono gli eventi vissuti da altri come ad esempio l’incidente di un membro della famiglia oppure venire a conoscenza della malattia di un figlio che possono provocare l’instaurarsi di un disturbo post-traumatico.

La persona tenta di fronteggiare il problema:

  • Lamentando ricordi ricorrenti ed intrusivi dell’evento o sogni sgradevoli fino al raggiungimento di veri e propri flashback che possano portare a veri e propri stati dissociativi;
  • Evitando o tentando di scacciare/fuggire ogni pensiero, attività o situazione che possa ricordare l’accaduto;
  • Sforzandosi di controllare ogni stato di allarme ed irrequietezza legato all’evento passato col risultato contrario di mantenere in vita ed alimentare tali pensieri/immagini nella propria mente.

Ipocondria

Chi soffre di ipocondria ha paura di morire di una malattia. La persona ha paura di avere una malattia e cerca di rilevare i sintomi per poi essere aiutato dal medico. La persona spesso è talmente stressata dal pensiero e dall’attesa della malattia che sviluppa dei veri e propri disturbi di tipo psicosomatico.

Le tentate soluzioni che la persona mette in atto per cercare di superare il problema sono:

  • l’attenzione e l’ascolto nei confronti dei segnali del proprio corpo che vengono interpretati come indizio di malattia;
  • consultazione di specialisti, di internet e di riviste specializzate, le diagnosi negative e le rassicurazioni da parte dei medici non bloccano la continua ricerca del male oscuro;
  • Socializzazione a familiari o amici che, nel tentativo di rassicurare, aumentano ancora di più la situazione problematica.

Ti aiuterò a superare i disagi e le crisi in tempi brevi,
ricevo su appuntamento a Padova, Vicenza e Rovigo.

Prenota un incontro

Ricevo su appuntamento a:

Padova

in Riviera Tito Livio, 36
Fermata Tram Livio

Mappa